Skip to content

SANT’ANTONIO
DI PADOVA

Dal 1 al 13 Giugno e dal 24 Agosto al 3 Settembre

PERIODO

Dal 1 al 13 Giugno
e dal 24 Agosto al 3 Settembre

EVENTI PRINCIPALI

13 Giugno - Pellegrinaggio località "Bidi"
2 Settembre - Pellegrinaggio località "Cannedda"
3 Settembre - Procesione simulacro

CONTATTI

Piazza Miracoli - 98031 Capizzi Me
confrsantoniocapizzi@virgilio.it

STORIA

A Capizzi, i festeggiamenti in onore di Sant’Antonio di Padova sono un’importante tradizione che si svolge in due momenti principali dell’anno, a giugno e a settembre, culminando in due cavalcate significative.

I festeggiamenti in onore di Sant’Antonio di Padova cominciano a Giugno con la tredicina e il 24 Agosto con la novena in onore al Santo e culminano agli inizi di Settembre.

La notte tra l’1 e il 2 settembre si svolge un suggestivo pellegrinaggio di fedeli che a piedi scalzi o a cavallo si recano presso ‘u chianu a Cannedda (contrada Cannella) situato nel territorio tra i comuni di Caronia e Mistretta. 

La tradizione vuole che in questo luogo, durante il suo cammino, abbia sostato per un’intera notte in cerca di riposo, il religioso francescano nato a Lisbona alla fine del Medioevo e canonizzato dalla Chiesa cattolica come “Antonio di Padova”, che è invocato dai fedeli per le sue eccezionali virtù taumaturgiche.

Sant’Antonio, il Santo del popolo capitino

Un'Immersione nel Patrimonio Spirituale e Culturale

INFO

Sant’Antonio di Padova, nato Fernando Martins de Bulhões il 15 agosto 1195 a Lisbona e scomparso nei pressi di Padova nel 1231, si erge come una figura iconica della cristianità e Dottore della Chiesa universale.
La città di Padova, dove riposano le sue spoglie sotto l'altare dell'Arca della Basilica del Santo, custodisce il ricordo e l'adorazione per questo umile frate francescano.
La sua vita, contraddistinta da viaggi e dedizione ai più deboli, lo ha reso amato e venerato in tutto il mondo cristiano.
Dal Marocco alla Francia, dalla Sicilia all'Italia, Sant’Antonio ha portato il messaggio di fede e solidarietà, incarnando i valori francescani e diventando punto di riferimento per milioni di fedeli.
La sua memoria è celebrata ogni anno con devozione e fervore, come a Capizzi, dove il 12 e il 13 giugno e dall'1 al 3 settembre il popolo rende omaggio a colui che ha testimoniato la fede anche nei tempi più bui del Medioevo, continuando a ispirare spiritualità e devozione sincera.

La chiesa e la Confraternita di Sant’Antonio a Capizzi

Un'Immersione nel Patrimonio Spirituale e Culturale

INFO

Nel cuore dei suggestivi Nebrodi, tra le impareggiabili terre siciliane, sorge Capizzi, un borgo medievale carico di storia, cultura e spiritualità.
Qui, la Chiesa e la Confraternita di Sant'Antonio si ergono come custodi di una tradizione centenaria, tramandando di generazione in generazione un legame indissolubile con il Santo patrono e le festività che ne celebrano il culto.
Attraverso le pagine di questa guida, ti invitiamo a immergerti nelle profondità di questa comunità vibrante, esplorando le radici antiche che la legano al territorio e alle sue tradizioni, e scoprendo il significato e l'importanza di eventi sacri e profani che ancora oggi animano le vie e i cuori di Capizzi.

"U viaggio pa Cannedda"

Un Percorso di Devozione e Tradizione nei Nebrodi

Info

A Cannedda, antica località della Sicilia, custodisce un ricco patrimonio di devozione legato a Sant'Antonio di Padova, portato nella regione dai frati Minori osservanti nel XIII secolo.
La tradizione narra dei miracoli e dei passaggi del Santo in questi luoghi, dai suoi naufragi sulle coste siciliane alle sue soste nei conventi locali.
È da qui che nasce la suggestiva tradizione del "viaggio pa Cannedda", un pellegrinaggio annuale intriso di penitenza e festività, che attira numerosi fedeli lungo i sentieri dei boschi dei Nebrodi.
La celebrazione culmina con la benedizione del pane e dell'alloro, seguita dalla festosa sfilata di muli e cavalli addobbati con foglie di alloro, simbolo di una fede che si rinnova e si tramanda di generazione in generazione.

La festa del Santo

Un Percorso di Devozione e Tradizione nei Nebrodi

Info

I festeggiamenti iniziano il 24 agosto con la novena e culminano tra l'1 e il 2 settembre con un antico pellegrinaggio a piedi e/o a cavallo, che si tramanda da secoli.
La festa è arricchita da leggende e tradizioni, tra cui il riposo di Sant'Antonio nel luogo chiamato "U chianu a Cannedda".
Dopo la celebrazione eucaristica, i pellegrini si riuniscono per festeggiare e condividere momenti di gioia. La festa si conclude il 3 settembre con una suggestiva processione per le vie cittadine, seguita da manifestazioni di devozione e gratitudine da parte dei fedeli.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina